Correttore

Non serve solo a correggere le occhiaie, ma anche per nascondere rossori, acne e macchie sulla pelle. Ecco come scegliere il colore del correttore a seconda delle tue esigenze: può essere in crema, liquido e in polvere. Quello in crema è l’ideale per le pelli secche e mature, quello fluido è adatto a tutti i tipi di pelle e si sfuma con estrema facilità, quello in polvere è consigliato per chi ha una pelle più grassa.

CORRETTORE VERDE – Contrasta qualsiasi tipo di rossore, come i fastidiosi puntini rossi, i brufoletti, i capillari spezzati o gli arrossamenti localizzati. Un piccolo trucco per chi soffre di couperose: basta aggiungere una piccola quantità di correttore verde in polvere alla crema idratante. Acquisirete subito un colorito più luminoso e naturale.

CORRETTORE VIOLA – Più che un correttore di imperfezioni il correttore lilla o violaceo è un correttore di tono. Si usa per illuminare un colorito spento, ma anche per attenuare il colorito tendente al giallo delle carnagioni più olivastre, o quello grigio di chi fuma. Serve anche a coprire le macchie gialle e le striature di un’abbronzatura non compatta.

CORRETTORE ROSA – Ha il potere di illuminare un volto stanco e affaticato, o semplicemente serve a contrastare il pallore dovuto alle luci artificiali.

CORRETTORE GIALLO – Ha un naturale effetto di schiarimento della pelle ed è perfetto per mimetizzare le occhiaie tendenti al viola dei coloriti più scuri e olivastri senza dare un effetto pesante come farebbe quello beige.

CORRETTORE ARANCIO – Se le occhiaie tendono al blu, meglio usare un correttore arancio, che in tonalità molto scura è indicato anche per coprire lividi ed ematomi freschi.

Avvia Chat
Serve aiuto?